Autore

Carlo Andriani

Navigazione

Hocus Pocus 2 è quasi una magica realtà! Tra i film più amati degli anni Novanta ha un ruolo d’onore Hocus Pocus, la commedia fantastica di Kenny Ortega del 1993. Un cult che, bocciato dal pubblico e dalla critica mondiale, è diventato un classico home video amato da tutti grazie a tre streghe del calibro di Sarah Jessica Parker, Bette Midler e Kathy Najimy. Hocus Pocus 2, il sequel diventa realtà Da fan affezionato delle sorelle Halliwell, ho deciso di fermarmi al pilot del reboot del 2008. E il motivo è semplice: senza Alyssa Milano, Holly Marie Combs e Shannen Doherty/Rose McGowan, Streghe non ha più senso di esistere. Lo stesso discorso vale per Hocus Pocus, un cult costruito sulle sfumature di una fiaba gotica e sul carisma di tre grandi attrici.  Dopo un primo annunciato reboot in chiave teen star, le protagoniste del classico del 1993 sono pronte a tornare: “Siamo arrivate al punto di…

È uscito Chromatica, il nuovo album di Lady Gaga! E ovviamente questa mattina alle 06:30, durante la mia quotidiana (e forse inutile) sessione di allenamento a casa, l’ho ascoltato dall’inizio alla fine. Il risultato è un album interessante che, a differenza di altri progetti di stampo pop, ha una direzione precisa: la dance anni Novanta rivista e corretta dal premio Oscar di A Star Is Born. Un progetto ambizioso che, suddiviso in tre capitoli intitolati Chromatica I/II/III (fantasia portami via), non spazia tra generi diversi ma porta fino in fondo un’idea musicale esaltata dalla produzione di esperti della dance music come Max Martin, Skrillex e BloodPop.  Considerato il triste momento per la musica pop, Chromatica è un album “elettrizzante”. Ma di hit come Paparazzi, Born This Way, Bad Romance e Telephone non c’è traccia. In ogni caso queste cinque canzoni valgono l’ascolto di Chromatica.  E no, non parlo di Stupid Love, Rain…

Out, il nuovo corto della Pixar è un capolavoro! Oggi, nella mia breve ma lauta pausa pranzo, mi sono regalato nove minuti ricchi di emozione, ironia e intelligenza. Tre sensazioni che consacrano l’importanza di Out, il cortometraggio targato Pixar che affronta una tematica ancora oggi (purtroppo!) complessa per molti: l’omosessualità. Out: una trama tanto semplice quanto reale Greg e Manuel sono due ragazzi che si amano e vivono insieme. Una quotidianità interrotta dall’arrivo improvviso dei genitori di Greg che nasconde nel cassetto quella dolce foto che lo vede romanticamente vicino a Manuel. A breve i due si trasferiranno in città quindi a che pro affrontare l’outing? Ma un collare magico cambierà le carte in tavola rendendo quella foto l’inizio di una nuova vita per Greg, Manuel e il loro buffo cane… L’omosessualità, da comparsa a protagonista Se esiste un cinema LGBT, un motivo c’è. Da sempre,  l’omosessualità viene ghettizzata tanto nella vita reale…

Qualche giorno fa, sono rimasto piacevolmente colpito da Bella Così, la canzone trap/elettropop di Chadia Rodriguez (featuring Federica Carta) che affronta il delicato tema della violenza sulle donne. Un brano che, tra il testo coraggioso e le sonorità elettroniche, conquista al primo ascolto… e sferra un duro colpo al body shaming! Chadia Rodriguez, una trapper da tenere d’occhio Classe 1998, Chadia Rodriguez è una trapper italiana di origini spagnole e marocchine di cui sicuramente sentiremo parlare in futuro. Pronta a tutto per dire la sua, la cantante inizia la sua carriera nel trap collezionando record su record. L’ultimo successo è Bella Così, il brano prodotto da Big Fish divenuto un inno elettropop al femminismo grazie all’emozionante video diretto da Fabrizio Conte che, in un poetico bianco e nero, cristallizza 21 storie di donne di ogni età.  Scopri il suggestivo ed emozionante album di Melanie Martinez Bella Così: molto più di una canzone trap…

Sono stato invitato alla prima di Supermagic Illusioni, lo spettacolo di magia  in scena al Teatro Olimpico dal 30 gennaio al 9 febbraio. Un giornalista  e un blogger deve, prima di tutto, dire la verità. E Supermagic Illusioni è un po’ La corazzata Potëmkin per Fantozzi, per intenderci. Ma sono più raffinato del ragioniere interpretato da Paolo Villaggio quindi definisco Supermagic Illusioni uno show che è tutto fuorché magico. Vediamo il perché:  Supermagic Illusioni: lo show Otto stelle internazionali della magia e un cast di oltre venti artisti sono gli ingredienti di Supermagic Illusioni, lo spettacolo di varietà “magico” più grande d’Europa. Questa è la premessa dello show che, sulla carta, vede illusionisti, prestigiatori e campioni internazionali sullo stesso palco per la prima volta in Italia. Una figata, direte voi!  Eppure funziona poco e niente. E  la colpa non è delle star della magia ma della direzione artistica fiacca e deludente.…