Taylor Swift: The Eras Tour è il docufilm dedicato allo straordinario concerto della cantante statunitense. 

Un’opera che ripercorre tutte le ere discografiche del nuovo e ambizioso tour dei record dell’interprete di Cardigan, regina incontrastata della musica pop con oltre duecento milioni di copie vendute in tutto il mondo. Una giovane Re Mida che trasforma in oro tutto ciò che tocca: singoli, videoclip, album e perfino docu-film nel più triste e meno prolifico momento storico per la musica di genere. E lo fa con talento, classe e precisione, senza maschere ed esagerazioni come molte delle sue storiche colleghe, e soprattutto rimanendo sempre se stessa.

taylor swift

Taylor Swift: una artista straordinaria

Lo ammetto, amo Taylor Swift. Ma il mio non è stato un amore a prima vista. Anzi, per molto tempo ho trovato il suo stile fin troppo “lezioso” e “delizioso”: come quelle caramelle che, mano a mano che le mastichi, perdono gusto. Ma tutto è cambiato con Shake It Off, il brano che ha segnato il suo mastodontico esordio nel pop dove, complici i registi e i produttori di Britney Spears, la Swift è passata da cantante country a popstar mondiale.

Da quel lontano 2014, ha rubato la scena a tutti dimostrando di essere un’artista grintosa che scrive e compone i suoi pezzi, realizza i suoi videoclip, produce i suoi tour e non ha bisogno di un uomo al suo fianco (se non per trovare l’ispirazione per comporre altri successi). Un fenomeno di cui si percepisce tutto il talento in questo docu-film: 168 minuti in cui canta, balla, suona e interagisce con i fan senza perdere la sua classe e senza mostrare un accenno di stanchezza: una moderna Wonder Woman ma anche un simbolo per le nuove generazioni.

Qualche cinico reputerà sciocchi e ingenui i fan che ballano e si scatenano in sala sotto lo schermo. Ma sono un incredibile e luminoso faro di speranza in un contesto storico dominato da teenager che cercano a tutti i costi di diventare “grandi” molto prima del previsto. E se il loro modello di vita è una donna ambiziosa, potente e talentuosa, ben venga!

Author

Sono sufficienti poche parole per classificare il mio lavoro, diviso tra l’attenta redazione di approfondimenti su cinema, tv e musica e interviste a grandi personalità come Robert Downey Jr., Hugh Laurie, Tom Hiddleston e tanti altri.

Rispondi