Halloween Kills è l’atteso sequel che segna il ritorno di Michael Myers!

Diretto da David Gordon Green e interpretato da Jamie Lee Curtis, “Halloween Kills” ci riporta alla notte delle streghe del 2018 in cui Laurie Strode riesce finalmente a intrappolare Michael Myers nel seminterrato della sua casa tra le fiamme. Ma alcuni vigili del fuoco liberano involontariamente il serial killer di Haddonfield sprigionando una furia omicida senza limite.

halloween kills

Halloween Kills: il ritorno di Michael Myers

Michael Myers è uno dei più iconici babau della storia del cinema. Creato da John Carpenter nel 1978 nell’omonima pellicola divenuta uno dei più grandi cult horror di sempre, Michael Myers ha ucciso nei sette sequel nella saga originale, nei due fiacchi capitoli diretti da Rob Zombie e nella nuova trilogia di David Gordon Green di cui “Halloween Kills” è il capitolo centrale.

Una saga che azzera sequel e reboot e si ricollega al capostipite di Carpenter riportando in vita un Michael Myers più spietato ed estremo nella sua essenza che incarna il male assoluto. Ma questa volta ad attenderlo non ci sarà solo Laurie Strode ma tutta Haddonfield con le tragiche ripercussioni di chiunque decida di farsi giustizia da solo.

SCREAM: PRO E CONTRO DI UN NUOVO CAPITOLO (SENZA WES CRAVEN)

halloween kills

Un sequel spietato e brutale

“Halloween Kills” è stato stroncato da una buona parte della critica italiana e internazionale. E il motivo è semplice: come tutti i sequel, non è al livello del capitolo precedente di David Gordon Green che è a tutti gli effetti un’operazione miracolosa non solo nel cinema horror ma nella settima arte in generale.

Ma nonostante le indiscutibili pecche di sceneggiatura,”Halloween Kills” è un film che da ponte per il terzo e ultimo capitolo della saga. E proprio per questo dobbiamo sorvolare sulle sue fragilità e concentrarci sui suoi indiscutibili punti di forza che spaziano dalle scene più efferate dell’intera saga di Halloween alla caratterizzazione di un personaggio che finalmente trascende (e spiega al pubblico) la sua immortalità.

Michael Myers non è un serial killer qualsiasi, è il male. E non sono sufficienti pistole, mazze da baseball o un gruppo di cittadini infuriati per metterlo al tappeto: il male non muore stanotte, il male si rialzerà sempre. L’unica cosa che possiamo fare è accettare la sua esistenza e combatterlo con tutte le nostre forze… proprio come fa Laurie Strode!

Halloween Kills è in tutti i cinema italiani. Correte a vederlo!

Autore

Sono sufficienti poche parole per classificare il mio lavoro, diviso tra l’attenta redazione di approfondimenti su cinema, tv e musica e interviste a grandi personalità come Robert Downey Jr., Hugh Laurie, Tom Hiddleston e tanti altri.

Rispondi